Bonus Madri Lavoratrici 2024

Il 2024 segna un anno importante per le madri lavoratrici in Italia, grazie all’introduzione di una novità significativa nel bonus madri lavoratrici, che amplia la sua portata e offre un supporto finanziario più inclusivo. Di seguito, esploreremo le caratteristiche aggiornate del bonus, i requisiti di ammissibilità, e come fare domanda per questo sostegno fondamentale.

 

Chi Può Beneficiarne

Il bonus madri lavoratrici è ora esteso alle dipendenti con almeno due figli a carico, in via sperimentale per il 2024. Questo bonus contempla:

  • Un esonero dalla contribuzione previdenziale fino a un massimo di 3.000 euro annui, calcolato come il 9,19% della retribuzione, per le lavoratrici che hanno almeno tre figli a carico.
  • Per il 2024, in via sperimentale, il beneficio è esteso alle lavoratrici con due figli a carico.

 

La Novità

  • Il bonus è attribuito a tutte le dipendenti del settore pubblico e privato, inclusi i settori agricolo, in somministrazione e in apprendistato, con contratto a tempo indeterminato.
  • Sono escluse le lavoratrici domestiche.

 

Come Fare Richiesta

  • Le madri in possesso dei requisiti a gennaio 2024 hanno diritto all’esonero dallo stesso mese di gennaio.
  • Se la nascita del secondo figlio avviene in corso d’anno, il bonus sarà riconosciuto dal mese di nascita fino al decimo anno del bambino.
  • Dal 2025, il beneficio si applicherà dalla nascita del terzo figlio, concludendosi al compimento del diciottesimo anno dell’ultimo figlio.

Le lavoratrici interessate possono rivolgersi ai propri datori di lavoro o utilizzare una funzionalità dedicata sul sito dell’INPS, con dettagli che verranno comunicati in seguito.

Questa misura sottolinea l’importanza di fornire supporto alle madri lavoratrici, riconoscendo i loro contributi sia in famiglia che nel mondo del lavoro. Le interessate sono incoraggiate a informarsi tempestivamente sulle modalità di domanda per non perdere questa opportunità di supporto.

LEGGI ANCHE  Contributi IVS: Cosa Sono e Perché Sono Importanti

 

Copyright © Riproduzione riservata